Qual è la corretta quota di capitale da investire? - Conoscere la Finanza
Aprile 5, 2022

Qual è la corretta quota di capitale da investire?

Determinare la quota di capitale da investire può non essere facile.
Se un approccio eccessivamente aggressivo può essere pericoloso, un approccio eccessivamente conservativo non è la scelta ottimale, potendo anzi portare, in scenari di forte inflazione, all’erosione del proprio capitale.
Siccome ognuno ha esigenze diverse, rivolgersi a un consulente finanziario, per consigli personalizzati, è sempre la scelta migliore.
Andiamo a vedere quali sono i fattori da prendere in considerazione per capire qual è la corretta quota di capitale da investire.

Pensa a quali sono i tuoi obiettivi

Non importa quale sia il tuo capitale, o quanto guadagni al mese, la quota di capitale da investire dovrebbe dipendere dai tuoi obiettivi.
Se, ad esempio, progetti di fare una famiglia, sposarti o se magari vuoi garantire ai tuoi figli un’educazione di ottimo livello, allora devi elaborare un piano finanziario che prenda in considerazione tutti questi fattori.
Il tuo obiettivo potrebbe essere quello di ritirarti dal mondo del lavoro a 60 anni?
Allora le scelte da fare saranno altre.

Si tratta, chiaramente, di un processo dinamico, sia perché i fattori da prendere in considerazione sono molteplici, sia perché non è possibile controllarli tutti, ed eventi imprevisti potrebbero spingerti a rivedere di volta in volta i tuoi obiettivi.

Investi in base a quanto intendi rischiare

A prescindere da quelli che sono i fattori esterni, non trascurare di prendere in considerazione l’elemento psicologico. Se sei avverso al rischio, allora potrebbe avere senso una strategia più rischiosa, che comprenda delle forme d’investimento caratterizzate da una maggiore volatilità e una quota di capitale più alta, e viceversa.
Chiaramente, da giovane hai un orizzonte temporale più lungo, e quindi può avere senso adottare approcci più rischiosi, mentre se sei vicino alla pensione dovresti puntare, più che altro, alla conversazione del capitale.
Come consiglio generale: investi solo il denaro che ti senti pronto a rischiare. Con certi strumenti questo rischio è minimo, ma metti in conto sempre lo scenario peggiore, per non avere sorprese indesiderate.

Prendi in considerazione il tuo reddito

Oltre che il capitale, prendi in considerazione anche il tuo reddito da lavoro o da altre fonti. Dovresti sempre risparmiare una certa percentuale del tuo reddito, se puoi permettertelo. In genere, si consiglia di risparmiare almeno il 10 percento.

Crea un fondo per le emergenze

Assicurati di avere del denaro liquido, o prontamente liquidabile, per ogni evenienza. La quota di capitale da conservare per le emergenze dipende da svariati fattori, ma dovrebbe essere sufficiente a sostenere te stesso e i tuoi famigliari per almeno 6 mesi.

Andrea Mornati