Esistono Trucchi per investire in borsa? - Conoscere la Finanza
Marzo 3, 2020

Esistono Trucchi per investire in borsa?

Il mondo dei mercati finanziari rappresenta da secoli una valida forma di investimento che permette di moltiplicare i propri risparmi senza mai dimenticare il rischio intrinseco che deriva da questo tipo di operazioni.

Negli ultimi tempi i continui sali-scendi che i valori delle quote hanno fatto registrare in ambito borsistico hanno creato alcuni dubbi negli investitori, che non più così sicuri che il mercato azionario possa ancora essere considerato una buona forma di investimento.

Chi entra nel mondo della Borsa deve necessariamente essere in possesso di una buona preparazione in materia, perché solo avendo a propria disposizione tutti gli strumenti tecnici utili per valutare l’andamento delle quote è possibile ridurre al minimo il rischio di fallimenti o di mettere a segno operazioni svantaggiose.

Trucchi per investire in Borsa: esistono davvero?

Parlare di trucchi che gli investitori dovrebbero conoscere prima di impegnare il proprio capitale risulta poco esaustivo e finisce per ridurre il mondo dei mercati finanziari a qualcosa destinato a pochi eletti o che, peggio ancora, ha un’aurea di mistico.

In questo settore non esiste il guadagno facile, per investire in Borsa è necessario informarsi, studiare e scegliere i titoli meno rischiosi, affidandoti a quotazioni che hanno una maggiore stabilità e che risultano essere più remunerative sul lungo periodo.

Se però vogliamo parlare di trucchi dobbiamo aggiungere che uno degli aspetti più importanti, se decidi di impegnare il tuo capitale acquistando azioni, è la conoscenza dei mercati finanziari sia dal punto di vista analitico e tecnico che dal punto di vista emotivo.
L’andamento di azioni e dei titoli, infatti, non dipende solo da fattori oggettivi ma anche dalla reattività degli altri investitori che, vendendo o acquistando in massa, possono far salire o scendere rapidamente il valore delle quote.

La Borsa come forma di investimento e non come rendita

Uno degli errori più comuni che alcune persone tendono a commettere quando si avvicinano per la prima volta al mondo dei mercati finanziari riguarda l’idea che una volta diventati degli esperti del settore si possa vivere di rendita grazie all’acquisto o alla vendita di azioni. Niente di più sbagliato.

I mercati azionari servono a consolidare un patrimonio preesistente e pensare che premendo qualche bottone si possa vivere di rendita è il modo migliore per perdere tutto e ritrovarsi con un pugno di mosche in mano.

Per questo motivo uno dei “segreti” da ricordare quando si investe in Borsa è quello di avere una strategia e di non improvvisare credendo che le cose arrivino da sé.

Quando parliamo di strategia ci riferiamo allo studio e alla conoscenza del mercato in cui hai intenzione di operare, accompagnato dalla definizione degli obbiettivi che hai voglia di raggiungere nel breve, nel medio e nel lungo periodo.

Pur avendo un piano ben preciso è probabile che nel corso della sua realizzazione, per ragioni diverse, possa essere necessario apportare delle modifiche alla strategia iniziale. In circostanze del genere risulta di grande aiuto avere fatto procedere alla fase dell’investimento vero e proprio, una fase fatta di studio e di analisi tecnica dei mercati

Andrea Mornati