Investimenti in borsa a breve termine: Pro e contro - Conoscere la Finanza
Dicembre 3, 2019

Investimenti in borsa a breve termine: Pro e contro

Chi si occupa di investimenti sa che una delle fasi più importanti riguarda la programmazione che oltre a fissare gli obbiettivi da raggiungere, stabilisce anche il lasso in tempo entro il quale il capitale resta impegnato.

Gli investimenti possono essere a lungo o a breve termine. In questo articolo vorremmo parlarti dei cosiddetti investimenti a breve termine, ovvero di quelle forme di impiego del capitale che devono essere remunerative entro un arco temporale piuttosto ridotto.

Investimenti a breve termine: cosa sono e come funzionano

Coloro che impegnano i loro risparmi in operazioni mordi e fuggi sono perfettamente consapevoli che a questa rapidità nell’esecuzione dell’operazione corrisponde un maggiore rischio.
La domanda sorge spontanea: qual è la ragione che spinge un investitore a preferire un maggiore rischio impegnando il proprio capitale in un’operazione finanziaria a breve termine?

Coloro che optano per questa forma di investimento hanno come obiettivo principale quello di guadagnare il massimo nel più breve tempo è possibile.
Questo tipo di impiego del capitale fonda le proprie radici nella volontà da parte dell’investitore di speculare sulle variazioni repentine di prezzo.

Si tratta di alterazioni del valore delle quote o delle azioni che possono essere più o meno significative e che sono strettamente legate alla sfera emotiva che, al pari degli aspetti tecnici ed analitici, svolge un ruolo fondamentale nell’oscillazione del prezzi.
Gli investitori che decidono di investire nel breve periodo sfruttano proprio l’aspetto emotivo del mercato dei capitali.

Investimenti in borsa a breve termine: pro e contro

Se decidi di investire il tuo capitale in operazioni mordi e fuggi è necessario avere a disposizione una somma di denaro iniziale maggiore rispetto alle operazioni finanziarie destinate a maturare nel lungo periodo.

Uno dei modi per poter sfruttare gli investimenti a breve termine nel miglior modo possibile consiste nel cercare fondi comuni di investimento che abbiano rendimenti pari e non inferiori al 12%. Pur trattandosi di operazioni finanziarie che comportano rischi elevati, gli investimenti a breve termine effettuati su questo tipo di fondi riescono ad offrire tassi più elevati e di conseguenza maggiori possibilità di remunerazione.

Gli investimenti a breve termine fatti sulle obbligazioni richiedono comunque un impiego del capitale che difficilmente è inferiore a 1 o 2 anni, inoltre i rendimenti sono piuttosto bassi ovvero pari al 3% tuttavia se hai intenzione di ottenere guadagni maggiori dovrai investire una somma di denaro iniziale più alta.

Impegnare capitale a breve termine nel settore immobiliare è un’operazione che difficilmente può essere fatta se non partendo da un capitale iniziale davvero elevato.

Ricapitolando: investire i propri risparmi in operazioni finanziarie a breve termine offre da un lato la possibilità di poter guadagnare molto in poco tempo, ma allo stesso tempo anche di perdere molto in breve tempo.
Inoltre, investire a breve termine è una scelta strategica che non si addice a tutti le tipologie di investimento ma risulta essere più indicata per la speculazione relativa al valore delle azioni e delle quote del mercato dei capitali.

Andrea Mornati